venerdì 14 ottobre 2016

A difesa degli spazi sociali e dei quartieri popolari

Ieri 13 ottobre come Partito Comunista dei Lavoratori e come occupanti dello Spazio Sociale Roberto Scialabba abbiamo partecipato alla giornata di lotta in opposizione allo sgombero dell'occupazione Corto Circuito di Roma, quartiere di Lamaro, che da 27 anni fornisce servizi alla cittadinanza, in un quartiere popolare e operaio che, privato di uno spazio simile, finirà nel completo abbandono e nelle mani dei palazzinari e speculatori della peggior risma.

Dalle prime ore della mattina è iniziato lo sgombero e lo smantellamento dello storico centro sociale con un quartiere del tutto militarizzato, bloccato nei suoi punti nevralgici da centinaia di carabinieri e reparti in assetto antisommossa. Gli occupanti hanno incassato la solidarietà degli abitanti dei quartieri popolari limitrofi che hanno dato vita, nel pomeriggio, ad un corteo numeroso che, dopo aver bloccato le strade è rientrato nello spiazzo del Corto dando vita a un'assemblea per discutere il da farsi.

Abbiamo denunciato, in assemblea, l'assenza totale delle istituzioni pentastellate anche nelle situazioni (canile autogestito di Muratella, lavoratori del settore pubblico e municipalizzate, spazi sociali e occupazioni a scopo abitativo) dove i cinque stelle, prima delle elezioni, sono andati a rastrellare voti. Abbiamo ribadito che i nostri unici interlocutori sono i lavoratori, sono gli occupanti, sono i giovani dei quartieri popolari che vivono lo sfacelo di una città devastata dal capitalismo e dalle sue amministrazioni. 


Nessuna fiducia nel Comune e nelle istituzioni!
Per l'autonomia delle ragioni del lavoro, contro licenziamenti, privatizzazioni e sgomberi, continuiamo la lotta!

Partito Comunista dei Lavoratori - Roma