giovedì 10 marzo 2016

Presidio allo spazio Roberto Scialabba

Oggi 10 marzo le realtà che quattro anni fa hanno occupato lo Spazio Roberto Scialabba hanno presidiato il posto a partire dalle sei di mattina in concomitanza con la minaccia di sgombero partita mesi fa e richiesta dall'ente INPS che lo avrebbe in gestione. Già, lo avrebbe, il condizionale è d'obbligo dato che il locale in questione è stato abbandonato (come quasi tutti gli altri locali dell'INPS e di altri enti nella zona) al degrado e all'abbandono per più di venti anni. In quattro anni i compagni e le compagne del PCL, e di altre organizzazioni politiche hanno trasformato un rudere in una sede politica che ha ospitato assemblee di lavoratori, studenti, disoccupati e iniziative aggregative di ogni genere, lo hanno ristrutturato e si sono presi carico di sottrarlo alla misera condizione in cui versava. 

In queste settimane di mobilitazione in difesa dello spazio in questione molti compagni e abitanti hanno espresso concretamente e con le parole la propria solidarietà, solidarietà che non è mancata nemmeno stamattina: decine di militanti e abitanti giovani e meno giovani hanno partecipato al picchetto, incuranti delle minacce e delle intimidazioni di enti e istituzioni che, grazie al clima politico pesante e alla gestione aggressiva del commissario Tronca, hanno iniziato una campagna di sgomberi e sfratti senza precedenti per una città in cronica emergenza abitativa.


Oggi, nonostante la presenza della DIGOS, non c'è stato lo sgombero, la battaglia non finisce, continueremo il nostro lavoro politico per collegare le vertenze e costruire un fronte delle lotte sia dei lavoratori che delle occupazioni, perché l'attacco che tutti stiamo subendo è l'attacco dei padroni contro i poveri ed i proletari. Non abbiamo intenzione di osservare inerti mentre la borghesia, le aziende immobiliari e i costruttori si mangiano i quartieri e sprofondano larghi strati di società nella miseria.

NESSUNO SGOMBERO O SFRATTO DEVE ESSERE ACCETTATO SENZA COMBATTERE!
FRONTE UNICO DI LOTTA CONTRO IL MASSACRO SOCIALE E LA REPRESSIONE!
LO SPAZIO SCIALABBA NON SI SGOMBERA!

Partito Comunista dei Lavoratori - Roma