sabato 29 marzo 2014

Volantinaggio davanti la fabbrica Trellerborg

Oggi alcuni militanti delle sezioni di Roma e Frosinone hanno volantinato davanti la fabbrica Trellerborg di Tivoli. Di seguito il testo del volantino distribuito.



NO ALLA TRUFFA DI RENZI!
PER UN'ALTERNATIVA DEI LAVORATORI.
PER UNA LOTTA GENERALE, RADICALE E PROLUNGATA.

Il nuovo governo di Renzi cercherà di presentare ancora una volta come “interesse generale” l'interesse privato degli industriali e dei banchieri, che sono i principali beneficiari del suo programma politico.

Renzi è un avversario dei lavoratori. Ha sostenuto Marchionne contro gli operai. E oggi propone un “nuovo” piano per il lavoro, che è in realtà un nuovo piano per i padroni contro il lavoro: abolizione dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori nei primi tre anni per i nuovi assunti; conservazione delle principali leggi di precarietà; un “assegno universale” di importo miserabile e limitato ad un massimo di due anni, per i lavoratori licenziati, magari privati della cassa integrazione grazie all'abolizione della “giusta causa”, votata dal suo PD.
Sarebbe questo il piano di “svolta”?  La verità è che Renzi maschera dietro le frasi “contro i privilegi della politica” la difesa dei privilegi dei padroni, gli stessi che finanziano con donazioni generose le sue primarie.
La legge elettorale che ha concordato con Berlusconi servirà a garantirgli alle prossime elezioni la maggioranza assoluta del Parlamento col 35% dei voti. E anche nel caso prendesse di meno, di poter ottenere lo stesso la maggioranza assoluta al ballottaggio. Il risultato è che una coalizione con meno del 30% dei voti potrebbe dominare il Parlamento al servizio degli industriali e dei banchieri. Esattamente come oggi.

Il governo Renzi andrà contrastato duramente, avviando una lotta generale, radicale, prolungata di tutto il movimento operaio, capace di unificare in un fronte comune tutta l’opposizione di classe e di massa disponibile.
E’ l’ora di una grande vertenza generale su una piattaforma unificante dell’intero mondo del lavoro, pubblico e privato. E’ l’ora di promuovere l’occupazione di tutte le aziende che licenziano, costituendo una cassa nazionale di resistenza. E’ l’ora di aprire una vera prova di forza contro il governo e il padronato. Non c’è altra via per fermare l’attacco avversario e strappare risultati. Solo la forza di massa può farlo.

Ma questa via richiede una condizione essenziale: la rottura col PD e con tutti i partiti che stanno dalla parte di Marchionne. Con buona pace di Vendola, la difesa degli interessi dei lavoratori è incompatibile con l’alleanza di centrosinistra. Cacciare il governo Renzi è un obiettivo centrale e imprescindibile.

Per queste ragioni il Partito Comunista dei Lavoratori, l'unico partito che non ha mai tradito gli operai, propone alle organizzazioni sindacali e ai lavoratori di intraprendere e organizzare un'azione di blocco dei licenziamenti e di occupazione delle aziende che licenziano, raccogliendo fino in fondo la volontà di esasperazione e di lotta che si esprime tra i lavoratori.

-  PER L’ABOLIZIONE DI TUTTE LE LEGGI CHE HANNO INTRODOTTO LA PRECARIETA'
-  PER IL BLOCCO DEI LICENZIAMENTI
-  PER LA RIPARTIZIONE DEL LAVORO A PARITA' DI SALARIO
-  PER LA NAZIONALIZZAZIONE SOTTO CONTROLLO OPERAIO DELLE AZIENDE