lunedì 2 settembre 2013

PRESIDIO DEL PCL DAVANTI ALL’AMBASCIATA GRECA: L’ANTIFASCISMO NON SI PROCESSA!

La sezione romana del Partito Comunista dei Lavoratori ha indetto un sit-in di protesta davanti all’Ambasciata greca (via Mercadante, 36) lunedì 2 settembre, dalle ore 16 alle 19

Mentre organizza ronde anti-immigrati e attacchi xenofobi ad Atene e in tutta la Grecia, il partito neo-nazista greco Alba Dorata si veste di innocenza e denuncia alla magistratura Savas Matsas, dirigente dell’EEK (Partito Operaio Rivoluzionario) accusandolo di diffamazione e di istigazione alla violenza: in un articolo pubblicato nel 2009 sul giornale dell’EEK “Nuova prospettiva” il leader della sinistra radicale esprimeva la necessità di «distruggere il fascismo».

Martedì 3 settembre, ad Atene, si aprirà questo farsesco processo politico Il Partito Comunista dei Lavoratori denuncia apertamente il paradosso di un partito neo-nazista che da carnefice si finge vittima e denuncia la ben più grave politica delle Istituzioni greche, che accolgano le provocazioni fasciste per zittire la stampa di sinistra e processare il partito dell’EEK, l’unico partito greco che esercita una opposizione di classe al governo delle Banche, della Troica, della Borghesia Internazionale.


Partito Comunista dei Lavoratori

 www.pclavoratori.it
 www.pclroma.blogspot.it pclroma@gmail.com Sez. di Roma “Vito Bisceglie” via Calpurnio Fiamma, 136 00173 Roma tel. 347.13.11.209