domenica 27 gennaio 2013

Comizio PCL a Monte Citorio

Il Partito Comunista dei Lavoratori (PCL) — in queste elezioni unica forza autonoma e riconoscibile della sinistra di classe e del movimento operaio — contrappone all'agenda capitalistica rivendicata da Monti, e difesa da Bersani, una agenda anticapitalista che parta unicamente dalle ragioni del lavoro. Un'agenda di mobilitazione e di lotta, ben al di là del voto. Un'agenda che riconduce le rivendicazioni immediate alla prospettiva di una Repubblica dei Lavoratori: in contrapposizione alla Repubblica dei capitalisti, o dei magistrati, o dei comici milionari.

Nel quadro della campagna elettorale, il PCL organizza il 9 febbraio alle 14.30 un presidio e comizio davanti alla camera dei deputati, in piazza di Monte Citorio. La lista degli interventi sarà comunicata nei prossimi giorni ma, fin d'ora, vi invitiamo ad intervenire numerosi.

Vota e fai votare Partito Comunista dei Lavoratori, l'unico partito coerentemente conto il capitale e dalla parte dei lavoratori.

Abolire il debito pubblico verso le banche strozzine e nazionalizzarle senza indennizzi per i grandi azionisti!

Nazionalizzare e porre sotto controllo operaio le aziende che licenziano e che da anni hanno incassato soldi dallo stato non per creare lavoro ma per distruggere il lavoro o anche, come nel caso dell'Ilva, per avvelenare gli operai e la popolazione tutta.

No al governo delle banche e del capitale! Governino i lavoratori!

Solo la rivoluzione cambia le cose!

IL PCL PRESENTE ALLE ELEZIONI REGIONALI DEL LAZIO

IL Partito Comunista dei lavoratori (PCL) sarà presente alle prossime elezioni regionali del Lazio. Come per l'elezioni politiche saremo, come Partito, autonomi e indipendenti dai poli che rappresentano il grande capitale.
IL Candidato presidente del PCL alla regione Lazio sarà Luigi Sorge operaio della Fiat di Cassino, anche in ciò la nostra organizzazione vuole essere in controtendenza rispetto alle altre formazioni politiche le quali si apprestano a sponsorizzare vecchie esperienze politiche -dettate dalla solita logica clientelare- fallimentari... L'alternativa non è tra il peggio o il meno peggio, ma tra capitale e lavoro. Non è tra “I Partiti” e gli “antipartito”( Grillo), ma tra chi sta con i padroni e chi sta con gli operai. La nostra politica sarà rivolta alle persone più deboli socialmente che nelle precedenti amministrazioni (sia di Centro Destra che di Centro Sinistra) sono state duramente colpite (vedere Sanità).

Le altre sinistre (ex governative) o capitolano al PD ( SEL) o cercano di fare i "sommergibili", nascondendo e mercanteggiando le loro idee dietro candidature nazional-popolari. IL loro obiettivo, come già in passato, è solo la propria salvezza istituzionale (economica). L'obiettivo del PCL- che non ha mai tradito gli operai- è il miglioramento delle condizioni di lavoro e delle giovani generazioni, dei diritti civili, di una sanità pubblica ed efficiente(basta regalie al Clero, basta Batman, basta Lusi) .Tutto questo è possibile solamente riconducendo ogni lotta immediata ( sociale, ambientale, anticlericale, antirazzista, di genere) alla prospettiva di una rivoluzione sociale. Luigi Sorge Candidato Presidente Regione Lazio Eugenio Gemmo D.N. PCL