martedì 23 ottobre 2012

BASTA FASCISTI A ROMA!

Ennesima incursione in due licei classici romani, il Giulio Cesare e il Mameli, da parte dei fascisti incappucciati che hanno urlato slogan e lanciato fumogeni all’interno degli istituti.

IL clima creato a Roma dalla destra romana inizia ad essere serio, oltre a questa spiacevole iniziativa non va dimenticata l’altra aggressione fascista, poco più di un mese fa, nel quartiere Talenti ai danni di giovani ragazzi. 

Capiamo, da marxisti rivoluzionari, la genesi del fascismo, un movimento troglodita coperto, a Roma, dalle istituzioni capitoline (la sua ascesa, non è un caso, è coincisa con l’elezioni di Alemanno a sindaco) il cui scopo unico è la difesa dei possidenti.

Capiamo anche che non ha alcun interesse, il fascismo, a muovere all’intelligenza… I suoi membri, hanno scelto la fede e il culto del capo. L’essere dominato, insomma, è nella genesi dell'adepto di destra. Come scriveva Guerin: «quando il fedele crede, nulla è più facile che giocare con la verità e con la logica» Questo motiva le loro azioni che hanno alla base la violenza.

E’ un fenomeno antico e vecchio che si combatte con la cultura, la politica e la lotta di classe.
Una lotta,quella politica, che prevede come primo passo all'ordine del giorno la cacciata di quelle giunte (anche quelle di centro sinistra hanno gravi responsabilità, permettendo il galleggiamento di tali movimenti) che indegnamente mascherano queste vicende. Al tempo stesso la lotta di classe contro i fascisti sul piano sociale va sviluppata con un fronte unico di tutte le forze dalla sinistra sociale, politica, sindacale e di movimento che devono coordinarsi contro questo rigurgito...

 Partito Comunista dei Lavoratori Roma.

domenica 21 ottobre 2012

VOLANTINO AEROPORTO FIUMICINO



BASTA CON LE PRIVATIZZAZIONI !

Chi già lavorava all’aeroporto di Fiumicino da prima del 2000, ricorda con nostalgia quei periodi, quando lo scalo era del gruppo IRI, quindi statale. Si lavorava sicuramente meglio e con uno standard di sicurezza sia per i lavoratori che per i passeggeri che raggiungeva l’eccellenza. Negli anni delle grandi lotte operaie in aeroporto i lavoratori hanno ottenuto delle conquiste (trasposto, mensa gestita da ADR, CRAL, ecc), la situazione è poi peggiorata man mano che le lotte si sono placate, principalmente a causa delle modifiche apportate alle legge sugli scioperi appoggiate da CGIL, CISL, UIL  (e dalla sinistra governista dal PD alla FDS) per porre un freno alle crescenti iniziative dei sindacati, specialmente, di base.
Oggi con la privatizzazione e l’impossibilità di creare veri disagi (inutili scioperi di 4 ore, con un mese di preavviso) la situazione dei lavoratori è notevolmente peggiorata e con essa anche il servizio offerto ai passeggeri. Ormai ADR che è divenuta una S.p.A. non ha più interesse a far sì che lo scalo funzione efficientemente, il suo unico scopo è produrre più utili possibili, non curandosi delle esigenze e della sicurezza dei lavoratori e dei passeggeri.
È ormai ora di dire basta! Non si può continuare a fare finta di nulla mentre istituzioni, Enac, forze dell’ordine e sindacati continuano a permettere che ADR calpesti e che permette a sua volta alle società di Handling di calpestare senza ritegno qualsiasi legge, regolamento o diritto sindacale!
Noi del PCL proponiamo di dare inizio ad una serie di iniziative dei lavoratori che portino a svuotare ADR del suo ruolo di S.p.A. e di ridare lo scalo di Fiumicino allo Stato italiano. Tutto questo si può ottenere nazionalizzando (sotto il controllo dei lavoratori) lo scalo e facendo in modo che lo stesso venga gestito autonomamente da un consiglio di lavoratori eletti dai propri colleghi.
Riteniamo inoltre che tra le tante iniziative che il consiglio dei lavoratori dovrebbe portare avanti le principali sono:

·         Contratto unico aeroportuale per tutti lavoratori dello scalo
·         Abolizione delle differenze retributive per parità di mansione e/o di livello
·         Abbassamento immediato a norma di legge per le percentuali dei contratti a tempo determinato e part-time
·         Abolizione graduale dei contratti a tempo determinato con più di 6 mesi di anzianità
·         Abolizione graduale dei contratti part-time tranne che per chi lo richieda espressamente
·         Omologazione di tutti i diritti (i doveri già ci sono!) per tutti i lavoratori aeroportuali

Tutto ciò può sembrare utopico e irrealizzabile, ma siete Voi lavoratori che mandate avanti questo scalo, non ADR e visto che Voi fate in modo che tutto questo funzioni, perche non dovreste essere in grado di continuare a farlo funzionare e ancora meglio senza una S.p.A. che vi calpesta e che vi toglie qualsiasi risorsa?

Pclroma.blogospot  pclroma@gmail.com