mercoledì 16 novembre 2011

Contro il governo delle banche, tutti a Monte Citorio

In questi giorni si sta consumando In Italia un vero e proprio golpe bianco, l’insediamento di Monti come premier vidimerà tale golpe eterodiretto dalla BCE.
La scelta del commissario Monti, fortemente voluta dai poteri forti italiani (Banche e Confidustria) e dal presidente della Repubblica porterà nuovi salassi per il mondo del lavoro e le classi sociali meno agiate.
La politica del nuovo premier, sostenuta dal PDL e dal Centro Sinistra, sarà quella che già lui stesso, in veste di economista, aveva preannunciata qualche tempo fa sulla stampa: una politica fatta di liberalizzazioni, flessibilità e ogni sorta di sacrificio per il mondo del lavoro, un vero e proprio massacro sociale.
In Italia è dunque necessaria ed urgente una mobilitazione contro questa offensiva reazionaria. Per questo ci rivolgiamo a tutte le sinistre politiche e sindacali, a tutte le organizzazioni di movimento per contrastare l’ascesa del commissario BCE in Italia.
Per questo saremo Venerdì, a partire dalle 10.30 davanti alla Camera dei Deputati ed invitiamo tutte le forze della sinistra anti-capitalista a contestare con noi l'insediamento del commissario della BCE e della finanza internazionale.
No al governo delle banche, governino i lavoratori!
Noi la crisi non la paghiamo!